HOME |BIOGRAPHY|GALLERY|CONTACT|

 

facebook | ASSOCIAZIONE CULTURALE SUD "GIGI GIANNOTTI" | SIRISFESTIVAL | ARTESUD | PREMIO SIRIS |LA NOTTE DEI BRIGANTI|

 
 

ANNO SCOLASTICO 2011/2012

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI REMEDELLO

 

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DI REMEDELLO  E PLESSO DI VISANO

CLASSI 1-2-3- A B D

2-3- E

2- C 

 

 

 

ESPRESSIONISMO/FAUVES

RIELABORAZIONE DI UN BRANO MUSICALE

 

TECNICA PAPIER DECOUPE

 

LAVORI ESEGUITI DAGLI ALUNNI DELLE CLASSI 3

SEZ. A B D E

 

Matisse usava partire dalla raffigurazione della realtà, trasformandola poi in forme semplificate e appiattite attraverso l’accostamento di colori primari e secondari puri, accesi, luminosi, privi ormai di riferimento alla descrizione naturale. La sua attività pittorica si svolse per decenni, nel suo quieto ambiente familiare, lontano dai clamori della vita mondana. Svolse la sua ricerca portando il suo stile ad un affinamento progressivo che toccò, in tarda età, le soglie dell’astrattismo, senza l'intenzione di volerle oltrepassare. Si avvicinò all'astrazione soprattutto con la tecnica del collage su carta, con figure semplificate, dalle campiture omogenee, che producevano effetti dinamici e un vivace contrasto con lo sfondo. La sua serie di Nudi Blu rappresenta il principale esempio della tecnica denominata "dipingere con le forbici"; erano composizioni figurative a collage, a uno o più colori, per i quali usava cartoncini leggeri, sia per lo sfondo sia per il disegno. Tracciava prima a matita l’intero disegno sul foglio e poi preparava le figure colorate da incollare. Semplificava le figure e le riavvicinava lasciando piccoli margini bianchi.

 

 

 

 

 

Precedente

 

 

 

©2008  PASQUALE CHIURAZZI

PER LA RIPRODUZIONE O L'UTILIZZAZIONE  DELLE IMMAGINI CONTATTARE L'AUTORE

WEBMASTER PACHI  

risoluzione di 1024x768